Visite Guidate e Viaggi d’Istruzione

VISITE GUIDATE E VIAGGI D’ISTRUZIONE

Regolamento

I viaggi d’istruzione sono iniziative finalizzate ad integrare il percorso formativo dell’indirizzo di studio. La commissione viaggi o i C.d.C. all’inizio dell’anno possono fornire proposte di viaggi o pacchetti già pronti.

I C.d.C. possono accettare dette proposte, modificarle o avanzarne altre per costituire un progetto che sarà approvato e indicato nella programmazione didattica del C.d.C. e nel P.O.F. dell’Istituto. La Presidenza opererà per favorire accorpamenti di classi al fine di evitare una eccessiva frantumazione delle iniziative e di permettere un contenimento della spesa.

L’insegnante che propone il viaggio di istruzione ritirerà, dalla segreteria didattica e consegnerà, debitamente compilato, l’apposito modello al Direttore Resp.le dei viaggi con allegato un programma di massima entro e non oltre il 30 ottobre dell’a.s. in corso. I C.d.C. nella compilazione delle richieste osserveranno le seguenti indicazioni:

  1. Destinazione del viaggio di istruzione;
  2. Finalità del viaggio e puntualizzazione del suo legame con il programma scolastico programmato;
  3. Programma ed itinerario con l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo di partenza, e di rientro;
  4. Numero esatto di allievi partecipanti;
  5. Mezzo di trasporto utilizzato;
  6. Servizi richiesti (pensione completa oppure mezza pensione o solo pernottamento, visite didattiche, entrate ai musei, ecc.);
  7. Nome dei docenti accompagnatori e supplenti;
  8. Riferimento (numero e data) del verbale del Consiglio di Classe nel quale è stata verbalizzata l’approvazione del viaggio;
  9. Presenza nella classe di alunni portatori di handicap.

Criteri Generali

  1. I docenti accompagnatori designati devono far parte dei consigli di classe che propongono le iniziative (almeno uno per classe);
  2. I viaggi potranno svolgersi nel corso di tutto l’anno scolastico ad eccezione dell’ultimo mese di lezione.
  3. I viaggi di istruzione sono attività didattica a tutti gli effetti. La classe vi è ammessa a condizione che i partecipanti siano il 75% degli alunni frequentanti. La scuola cercherà in tutti i modi di garantire la frequenza alle lezioni (per attività di recupero – consolidamento – potenziamento) degli alunni non partecipanti al viaggio d’istruzione;
  4. Per gli alunni portatori di handicap è prevista la presenza del docente di sostegno e del genitore se espressamente richiesta dalla famiglia.
  5. I docenti accompagnatori devono essere uno ogni 15 alunni, massimo 2 per classe quando il viaggio coinvolge una sola classe; la partecipazione, in qualità di accompagnatori, ai viaggi d’istruzione è riservata al solo personale in servizio presso l’Istituzione Scolastica.
  6. Alle suddette iniziative può partecipare anche un docente che abbia avuto la classe nel biennio, qualora il viaggio lo renda necessario, purché ci sia sempre un docente accompagnatore del Consiglio di Classe.
  7. Deve essere assicurato, di norma, l’avvicendamento dei docenti accompagnatori, al fine di evitare frequenti assenze dello stesso insegnante.
  8. I Docenti accompagnatori, a viaggio d’istruzione concluso, sono tenuti ad informare il Dirigente Scolastico e gli organi Collegiali tramite relazione, degli eventuali inconvenienti verificatisi nel corso del viaggio, con riferimento anche al servizio fornito dall’agenzia o dalla ditta di trasporto.
  9. La meta, scelta sulla base della programmazione educativo-didattica, deve essere nell’ambito del triennio, unica per classi parallele.
  10. Qualora vi siano più proposte, la comparazione dei preventivi delle agenzie non dovrà basarsi esclusivamente sul profilo eminentemente finanziario, ma terrà in considerazione tutti gli elementi che possano garantire massima sicurezza, affidabilità e complessiva convenienza.
  11. Si precisa che il rientro dai viaggi di istruzione, preferibilmente, debba avvenire in giornata prefestiva.

Vigilanza sugli studenti

Responsabilità della Famiglia:

  1. La famiglia è obbligata ad informare i docenti accompagnatori in caso di allergie/asma/intolleranze o problemi di salute importanti e a controllare che il/la figlio/a porti con sé i farmaci appositi.
  2. La famiglia è responsabile di aggravamenti di salute, crisi, ricoveri ecc., in caso non abbia informato i docenti su problemi di salute prima della partenza oppure non abbia messo nella valigia del figlio/a i farmaci appositi.
  3. La famiglia dovrà fornire i farmaci che il figlio/a assume di solito per disturbi lievi (es. Tachipirina, Vivin C, Aspirina, farmaci per mal di gola, per calmare tosse ecc. ecc.).
  4. La famiglia è responsabile per il possesso di bevande alcoliche, anche a bassa gradazione, che vengano trovate dai docenti.

 

 Compiti dei Docenti Accompagnatori

  • A bordo del pullman

Per prevenire episodi vandalici, all’inizio e alla fine del viaggio controllare, insieme al conducente, le condizioni del mezzo: se si saranno verificati danni o sottrazioni di componenti d’arredo del pullman, quali tende, posacenere, sedili, braccioli, cuffie poggiatesta, luci di cortesia, plafoniere ecc., il danno economico sarà addebitato all’intero gruppo se non sarà individuato il responsabile.

Controllare che gli studenti mantengano il seguente comportamento: riporre lo zaino nel bagagliaio, tenere in pullman solo un piccolo marsupio e farmaci salvavita.

Restare sempre seduti durante la marcia, con le cinture di sicurezza allacciate. In caso di viaggi naturalistici in oasi/parchi, cambiarsi le scarpe prima di salire in pullman.

Controllare che gli studenti non assumano i seguenti comportamenti vietati: fumare, consumare cibi e bevande, disturbare conducente e passeggeri con cori rumorosi e irrispettosi, mettere i piedi sui sedili, gettare carta a terra ( far sì che si utilizzino gli appositi cestini per i piccoli rifiuti ).

  • Sistemazione alberghiera

 All’arrivo in hotel, verificare se vi sono danni nelle camere insieme a uno studente e comunicarlo alla reception; prima della partenza per il ritorno, eventuali danni agli arredi non presenti all’arrivo, saranno addebitati a tutti gli occupanti la camera se non sarà individuato il responsabile.

Controllare che gli studenti evitino i seguenti comportamenti vietati: parlare a voce alta nelle camere e nei corridoi, sbattere le porte, sporgersi da finestre o balconi, uscire dalla propria camera in abbigliamento da riposo notturno e/o discinto, uscire dalla propria camera dopo l’orario concordato con i docenti, uscire dall’hotel senza essere accompagnati da un docente, fumare in camera o fare uso di sostanze stupefacenti o illegali, in qualsiasi momento del viaggio, possedere oggetti e sostanze stupefacenti o illegali, acquistare, usare o semplicemente possedere alcolici, anche a bassa gradazione.

In qualsiasi momento del soggiorno i docenti potranno chiedere che gli studenti mostrino volontariamente il contenuto dei propri bagagli: l’uso o il ritrovamento di oggetti di natura offensiva (coltelli, armi, armi-giocattolo, fionde, ecc) e/o di sostanze stupefacenti o illegali comporta la segnalazione alle autorità di Pubblica Sicurezza.

  •  Ore notturne

Le ore notturne sono dedicate al riposo, per questo motivo la sera, gli studenti non possono uscire dalla propria camera dopo l’orario concordato con i docenti per il riposo notturno: in qualsiasi momento i docenti potranno fare un controllo delle camere e gli studenti sono tenuti ad aprire la porta immediatamente dopo che essi avranno bussato. Nel caso fosse richiesto l’intervento dei docenti dal portiere di notte o da altri ospiti dell’hotel a causa di comportamenti rumorosi o irriguardosi, il fatto costituirà, per gli studenti, un’aggravante nel momento della determinazione della sanzione disciplinare che sarà decisa dal Consiglio di Classe e dal Dirigente Scolastico al ritorno dal viaggio.

  • Denaro / Oggetti di Valore

In luoghi affollati controllare che gli studenti indossino lo zaino davanti al corpo, non sulle spalle. In caso di furto e/o smarrimento di oggetti, il responsabile è il proprietario e verrà sporta denuncia alle autorità competenti.

  • Pranzo libero e/o al sacco

Il pranzo non organizzato, cosiddetto “libero”, deve essere consumato tutti insieme nel momento e luogo concordati con gli studenti. Nel caso il luogo, al chiuso o all’aperto, non contenga tutti gli studenti, i docenti si divideranno per assicurare la sorveglianza ai diversi gruppi. Bevande: è permesso acquistare/consumare solo acqua e bibite analcoliche: ogni abuso (acquistare, consumare o portare da casa bevande alcoliche, anche a bassa gradazione) sarà punito a norma del Regolamento di Istituto. Gli studenti devono informare i docenti per ogni spostamento dal gruppo di riferimento: attardarsi in luoghi senza avvertire o altre iniziative personali non autorizzate saranno sanzionate con provvedimenti disciplinari. Il comportamento durante i pasti deve essere rispettoso dei luoghi e delle persone che li frequentano.

  • Abbigliamento

Controllare che l’abbigliamento degli studenti sia decoroso e consono ai luoghi da visitare.

  • Telefono

Durante le visite i cellulari devono essere spenti; è permesso usarli solo nei seguenti momenti: durante i pasti (colazione, pranzo e cena), dopo cena e in camera; l’uso del cellulare in momenti non permessi prevede il ritiro del cellulare stesso e la riconsegna a un genitore dopo il ritorno dal viaggio.

  •  Attività Visite guidate

Verifica in itinere: il viaggio d’Istruzione è attività didattica fuori dalla scuola, quindi i docenti, attraverso l’osservazione degli studenti, verificheranno il loro grado di coinvolgimento, le attività svolte sul campo, l’interesse e attenzione nell’ascolto delle guide, il comportamento durante le attività. Al ritorno sarà verificata l’efficacia del viaggio tramite attività di verifica di vario tipo.

  • Privacy

Controllare che venga rispettato il divieto di foto/riprese previsto in luoghi d’arte o religiosi, non venga violata la privacy di persone o compagni consenzienti e non, tramite foto/riprese non autorizzate, illegali o di cattivo gusto, anche per semplici scherzi.

  • Gruppi

Chiedere agli studenti di formare gruppi di persone con un capogruppo che collabori con i docenti controllando che il proprio gruppo sia sempre completo. Chiedere di rispettare rigorosamente gli appuntamenti.

  • Provvedimenti Disciplinari

Al ritorno dal viaggio, sentiti gli accompagnatori, il Consiglio di Classe, presieduto dal Dirigente Scolastico, sanzionerà eventuali violazioni del Regolamento d’Istituto e del Regolamento d’Istituto relativo ai Viaggi, elencate nel presente documento, attraverso provvedimenti disciplinari che potranno essere individuali, di gruppo o per l’intera classe nel caso non vengano individuati i singoli responsabili.

I provvedimenti disciplinari potranno essere di vario tipo, per esempio: nota disciplinare individuale, sospensione individuale o di più studenti per un numero di giorni da valutare, divieto di partecipazione di singoli studenti alle uscite didattiche per il resto dell’anno scolastico, blocco di tutte le uscite didattiche dell’intera classe per il resto dell’anno scolastico, divieto di partecipazione di singoli studenti al viaggio d’istruzione nell’anno scolastico successivo, blocco di tutte le uscite didattiche e del viaggio d’istruzione per l’intera classe nell’anno scolastico successivo.

Disciplina della durata, delle visite e dei viaggi di istruzione

 

  • Gli alunni firmeranno un contratto formativo individuale, tramite i genitori, inserito nel modello di autorizzazione che garantirà nel modo migliore la riuscita del viaggio, assicurando il rispetto di mezzi, strutture, persone coinvolte nel viaggio;
  • Le partenze saranno scaglionate per evitare problemi di sostituzione dei docenti all’interno dell’Istituto e per non sovraccaricare le strutture alberghiere (partiranno non più di 2 pullman a viaggio);
  • Per i viaggi all’estero è possibile utilizzare anche l’aereo.

 

  • Prime classi: effettuano visite guidate di un giorno nell’ambito del territorio nazionale. Possono effettuare due visite guidate, sempre di un giorno.
  • Seconde classi: svolgono visite guidate di due giorni in ambito regionale o zone compatibili con il periodo a disposizione.
  • Terze classi: svolgono viaggi d’istruzione che prevedono due pernottamenti ed eventualmente una o due visite guidate in base alla programmazione educativo-didattica.
  • Quarte classi: viaggi d’istruzione in Italia della durata massima di quattro giorni (tre pernottamenti).
  • Quinte classi: viaggi d’istruzione anche all’estero, eventualmente anche con l’utilizzo del mezzo aereo, della durata massima di sei giorni (cinque pernottamenti).

 

Regole di Comportamento per i viaggi d’istruzione di più giorni 

a) Responsabilità della Famiglia

  1. La famiglia è obbligata ad informare i docenti accompagnatori in caso di allergie/asma/intolleranze o problemi di salute importanti e a controllare che il/la figlio/a porti con sé i farmaci appositi.
  2. La famiglia è responsabile di eventuali aggravamenti di salute, crisi, ricoveri ecc., in caso non abbia informato i docenti su problemi di salute prima della partenza oppure non abbia messo nella valigia del figlio i farmaci appositi.
  3. La famiglia fornirà al proprio figlio/a i farmaci che assume di solito per disturbi lievi (ad esempio  Tachipirina, Vivin C, Aspirina, farmaci per mal di gola, per calmare tosse ecc.).
  4. La famiglia è responsabile per il possesso di bevande alcoliche, anche a bassa gradazione, portate in valigia da casa, che vengano trovate dai docenti.

b) Regole da Rispettare e Comportamenti Vietati durante il Viaggio e Soggiorno

Qui di seguito vengono elencate le regole di comportamento a cui attenersi per la buona riuscita dei Viaggi d’Istruzione e i comportamenti scorretti o iniziative personali non autorizzate che saranno sanzionati, al ritorno dal viaggio, con provvedimenti disciplinari, in base alla violazione delle norme del Regolamento d’Istituto e del Regolamento d’Istituto relativo ai Viaggi d’Istruzione

  • Da tenere sempre con sé

Indirizzo numero telefonico dell’hotel. Carta di Identità, Tessera Sanitaria, Programma del viaggio ed eventuale mappa, se prevista. Farmaci salvavita, se necessario.

  • A bordo del pullman

Riporre lo zaino nel bagagliaio, è possibile tenere in pullman solo un piccolo marsupio e farmaci salvavita. Restare sempre a sedere durante la marcia, con le cinture di sicurezza allacciate. In caso di viaggi naturalistici in oasi parchi, cambiarsi le scarpe sporche prima di salire in pullman. Comportamenti vietati: fumare, consumare cibi e bevande, disturbare conducente e passeggeri con cori rumorosi e irrispettosi, mettere i piedi sui sedili, gettare carta a terra (utilizzare gli appositi cestini per i piccoli rifiuti ), episodi vandalici come: danni o sottrazioni di componenti d’arredo del pullman, quali tende, posacenere, sedili, braccioli, cuffie poggiatesta, luci di cortesia, plafoniere ecc.: il danno economico sarà addebitato all’intero gruppo se non sarà individuato il responsabile.

  • Sistemazione alberghiera

All’arrivo in hotel, verificare se vi sono danni nelle camere insieme a un docente e comunicarlo alla reception; prima della partenza per il ritorno, eventuali danni agli arredi non presenti all’arrivo, saranno addebitati a tutti gli occupanti la camera se non sarà individuato il responsabile.

  • Comportamenti vietati

Parlare a voce alta nelle camere e nei corridoi, sbattere le porte. Sporgersi da finestre o balconi. Uscire dalla propria camera in abbigliamento da riposo notturno e/o discinto. Uscire dalla propria camera dopo l’orario concordato con i docenti. Uscire dall’hotel senza essere accompagnati da un docente. Fumare in camera o fare uso di sostanze stupefacenti o illegali, in qualsiasi momento del viaggio.

  • Possesso di oggetti e sostanze stupefacenti o illegali

Acquisto, uso o semplice possesso di alcolici, anche a bassa gradazione: in qualsiasi momento del soggiorno i docenti potranno chiedere che gli studenti mostrino volontariamente il contenuto dei propri bagagli.

L’uso o il ritrovamento di sostanze stupefacenti o illegali comporta anche la segnalazione alle autorità di Pubblica Sicurezza.

L’uso o ritrovamento di oggetti di natura offensiva (coltelli, armi, armi-giocattolo, fionde, ecc) comporta anche la segnalazione alle autorità di Pubblica Sicurezza.

  • Ore notturne

La sera, è vietato uscire dalla propria camera dopo l’orario concordato con i docenti per il riposo notturno: in qualsiasi momento gli accompagnatori potranno fare un controllo delle camere, quindi è necessario aprire la porta immediatamente dopo che essi avranno bussato. Nel caso fosse richiesto l’intervento dei docenti dal portiere di notte o da altri ospiti dell’hotel a causa di comportamenti rumorosi o irriguardosi, il fatto costituirà, per gli studenti, un’aggravante nel momento della determinazione della sanzione disciplinare che sarà decisa dal Consiglio di Classe e dal Dirigente Scolastico al ritorno dal viaggio.

  • Denaro

Non tenere denaro o oggetti di valore in portafogli, tasche, zaini, valigie, borse, o in pullman, ma in un borsellino anti-scippo appeso al collo sotto la maglia o giacca. In luoghi affollati indossare lo zaino davanti al corpo, non sulle spalle. In caso di furto/smarrimento di oggetti, il responsabile è il proprietario e verrà sporta denuncia alle autorità competenti.

  • Pranzo

Generi alimentari: si acquistano e si consumano tutti insieme nei momenti e luoghi concordati con i docenti e non durante tutta la giornata. Bevande: è permesso acquistare/consumare solo acqua e bibite analcoliche. E’ vietato acquistare/consumare/portare da casa bevande alcoliche, anche a bassa gradazione.

  •  Abbigliamento

Portare: ombrello; scarpe comode e di ricambio in caso di pioggia, abbigliamento a strati (dalla T-shirt al pullover da poter togliere ). L’abbigliamento deve essere decoroso e consono ai luoghi da visitare.

  •  Telefono

Durante le visite i cellulari devono essere spenti; si possono effettuare/ricevere telefonate solo nei seguenti momenti: durante i pasti (colazione, pranzo e cena), dopo cena e in camera; l’uso del cellulare in momenti non consentiti prevede il ritiro del cellulare stesso e la riconsegna a un genitore dopo il ritorno dal viaggio.

  • Attività

Il viaggio d’Istruzione è attività didattica fuori dalla scuola, quindi portare penne e block notes, ascoltare le guide con attenzione e prendere appunti, svolgere le attività assegnate, mantenere un comportamento consono a una lezione. Si consiglia di tenere un diario di bordo. Al ritorno sarà verificata l’efficacia del viaggio tramite attività di vario tipo.

  • Comportamenti vietati

Disturbo, comportamenti ineducati durante le visite; telefonare/rispondere al telefono inviare/leggere messaggi nei momenti non consentiti. Allontanamento volontario dal gruppo. Attardarsi in un luogo senza avvertire un docente.

  • Privacy

Rispettare il divieto di foto/riprese previsto in alcuni luoghi d’arte o religiosi. E’ vietata la violazione della privacy di persone o compagni consenzienti e non, tramite foto/riprese non autorizzate, illegali o di cattivo gusto, anche per semplici scherzi.

  • Gruppi

Formare gruppi con un capogruppo che collabori con i docenti controllando che il proprio gruppo sia sempre completo. Nel caso ci si perda, telefonare a un compagno o un docente. Rispettare rigorosamente gli appuntamenti e arrivare sempre cinque minuti prima di ogni appuntamento.

 c) Provvedimenti Disciplinari

Al ritorno dal viaggio, sentiti gli accompagnatori, il Consiglio di Classe, presieduto dal Dirigente Scolastico, sanzionerà eventuali violazioni del Regolamento d’Istituto e del Regolamento d’Istituto relativo ai Viaggi, elencate in questo documento, attraverso provvedimenti disciplinari che potranno essere individuali, di gruppo o per l’intera classe nel caso non vengano individuati i singoli responsabili.

I provvedimenti disciplinari potranno essere di vario tipo, per esempio: Nota Disciplinare individuale, Sospensione individuale o di più studenti per un numero di giorni da valutare, divieto di partecipazione di singoli studenti alle Uscite Didattiche per il resto dell’Anno Scolastico, blocco di tutte le Uscite Didattiche dell’intera classe per il resto dell’Anno Scolastico, divieto di partecipazione di singoli studenti al Viaggio d’Istruzione nell’Anno Scolastico successivo, blocco di tutte le Uscite Didattiche e del Viaggio d’Istruzione per l’intera classe nell’Anno Scolastico successivo.

 

Norme Generali

I viaggi all’estero sono riservati esclusivamente agli alunni facenti parte delle classi quinte e solo in casi particolari potranno essere concessi alle classi quarte.

La Commissione Viaggi, presieduta dal D.S., esaminate le singole richieste, verificata l’adempimento delle norme del presente regolamento, constata la regolarità formale e sostanziale della documentazione presentata esprime parere positivo o negativo in merito.

  1. La Commissione Viaggi, presieduta dal D.S, tramite il docente accompagnatore inviterà gli alunni a versare la quota di partecipazione sul conto corrente della scuola, indicandone la causale. In queste operazioni sarà coadiuvato dalla Segreteria. Fanno eccezione a tale procedura i viaggi di durata di un giorno che comportano l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblici per i quali i partecipanti acquisteranno direttamente il biglietto. Qualora non fosse un mezzo di trasporto pubblico, il docente accompagnatore, avrà cura di raccogliere la somma e versarla sul C.C.P. della scuola.
  2. I docenti accompagnatori sono soggetti all’obbligo della vigilanza sugli alunni ed alle responsabilità di cui all’art. 2047 del C.C., con l’integrazione di cui all’art. 61 della Legge n. 312 dell’11/07/80, che ha limitato la responsabilità patrimoniale del personale della scuola ai soli casi di dolo e colpa grave.
  3. Il direttore dei viaggi informerà il Dirigente Scolastico per eventuali gravi insufficienze riscontrate nei servizi proposti dalle agenzie al fine di potere intervenire tempestivamente già durante lo svolgimento del viaggio di istruzione o impedendo che il fatto si ripeta per iniziative già programmate. In ogni caso l’agenzia organizzatrice sarà chiamata a rispondere delle gravi insufficienze riscontrate nella fornitura dei servizi.
  4. I docenti accompagnatori, in Italia hanno diritto al rimborso di un pasto, previa presentazione della ricevuta fiscale. Per i viaggi all’estero il rimborso del pranzo verrà assicurato da 3 ore al giorno dal fondo incentivante.
  5. Il direttore dei viaggi, con la collaborazione degli altri docenti accompagnatori, predisporrà una relazione consuntiva del viaggio, in cui sarà posto in evidenza:
  • Se il programma del viaggio sia stato rispettato indicandone, in caso contrario, i motivi;
  • Se gli obiettivi indicati nella relazione presentata a corredo della domanda di effettuazione del viaggio, siano stati raggiunti, indicandone in caso contrario le ragioni;
  • Il comportamento degli alunni, la qualità dei servizi offerti (trasporto, albergo, ristorazione);
  • Eventuali altri fatti e circostanze significativi ed utili per le future esperienze.

 

Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Giuliarosa Trimboli

  • Contatti

    I.T.E. Blaise Pascal

    Via Napoli km 0,700 Foggia , FG 71122 Italia
    Tel: 0881 711773 Fax: 0881 749436
  • Eventi

    No Upcoming Events found!

© 2015 - I.T.E. Blaise Pascal
Codice Fiscale
94001210718
Codice Meccanografico
FGTD08000A
Codice Fatturazione Digitale
UFKPVT
Mail Certificata
fgtd08000a@pec.istruzione.it